Barberino Val d’Elsa, è un piccolo borgo antico che dista circa 37,9 km da Firenze.

Come altri borghi nelle vicinanze, conserva siti archeologici medievali di grande interesse.
Barberino è un gioiello da ammirare, che nel tempo ha saputo conservare la sua storia e le sue origini, in armonia con un paesaggio naturale mozzafiato.

Un po’ di storia

Le sue origini hanno radici assai lontane. Questo piccolo borgo in origine (1202 d.C.) aveva nome Semifonte. Famoso per la sua posizione strategica, era situato sulla Strada Regia Romana che all’epoca collegava Firenze con Roma.

Oggi di Semifonte restano le due porte di ingresso e di uscita: la Porta Romana (ancora integra) e la Porta Fiorentina (ricostruita). Per decenni gli abitanti di Semifonte, abili combattenti e bravi commercianti, hanno dovuto combattere contro i Fiorentini, ai quali proprio non andava a genio l’espansione della città.

La costruzione del borgo sui resti di Semifonte, risale al 1597, quando si ebbe finalmente il permesso di costruire la cappella a pianta ottagonale dedicata a San Michele Arcangelo, ancora oggi esistente ed aperta ai fedeli ed ai turisti.

Col passare dei secoli Semifonte o meglio ciò che ne rimane, è diventata Barberino Val d’Elsa, un piccolo gioiello dalla forma di fuso, che merita assolutamente una visita se si è in vacanza a Greve in Chianti.

Da visitare a Barberino Val d’Elsa

Il centro di Barberino Val D’Elsa

Il piccolo borgo di Barberino Val d’Elsa è caratterizzato da un estensione longitudinale che, vista dall’alto gli conferisce la forma di un fuso, questo fa si, che entrando sia che si venga da Siena entrando dalla Porta Senese che da Firenze passando dalla Porta Fiorentina, si raggiunga subito il centro del paese. Inoltre se entrate dalla Porta Fiorentina, merita una sosta il vecchio « Spedale dei Pelegrini », che risale al 1365, per poi giungere alla Chiesa di San Bartolomeo.
Se avete deciso di scoprire Barberino, non potete mancare innumerevoli siti di interesse turistico. Eccone alcuni elencati in breve, che potete approfondire sul sito del comune di Barberino (http://www.barberinovaldelsa.net/):

La Pieve di Sant’Appiano

Spesso indicata come la più antica del Chianti è fra le più belle chiese Romaniche della zona.

Linari

E’ un caratteristico borgo medievale fortificato, di antichissima origine e di grande fascino per la sua posizione fra le verdi colline valdelsane, su un diverticolo della Francigena che porta verso Barberino.

Cappella di S.Martino ai Colli

Situata in cima ad un oliveto vicino alla strada, seppur priva di valore artistico, ha assunto importanza storica per il ritrovamento sotto le sue fondamenta, nei primi anni del nostro secolo, di due tombe etrusche del VIII-VII secolo a.C. Le trentatré urne recuperate dagli scavi di tombe nella zona sono conservate in parte al Museo Archeologico di Firenze e in parte nell’Antiquarium di Sant’Appiano.

Come raggiungere Barberino Val d’Elsa

Dalla nostra Fattoria Santo Stefano, Barberino dista circa 36 minuti in auto, passando per la via Cassia/Sr2.
Non fatevi sfuggire la bellezza di Barberino Val d’Elsa, dove il tempo sembra essersi fermato. Dopo il tour vi aspettiamo in Fattoria per offrirvi ristoro. Non esitate a chiedere in reception maggiori dettagli.

Get 20% off on all our products!

Hear from us and receive special discount!

Stay up to date with our family!

You have Successfully Subscribed!